Cari amici,

stiamo lavorando alla programmazione dei prossimi eventi nella speranza che ci si possa reincontrare presto di persona.

Vi invitiamo a seguire la pagina Facebook del nostro Centro attraverso la quale più facilmente proponiamo letture ed eventi che riteniamo di valore tra i tanti che stanno affollando la Rete.

facebook.com/cctalamoni

L’Italia che invecchia senza bambini

Quale prospettiva per società e famiglia?


Interviene Sara Mazzucchelli, Università cattolica del Sacro Cuore Milano

Introduce Marina Seregni, CCTalamoni

INCONTRO SOSPESO

Teodolinda e la Brianza

Storia e mito di una regina all'alba del Medioevo


Interviene Renato Mambretti, Università cattolica del Sacro Cuore Milano

Introduce Luigi Trezzi, CCTalamoni

INCONTRO SOSPESO

Con lo sguardo di don Gnocchi

La carità all’opera: dal fronte russo al dono delle cornee

Così Benedetto XVI ha sintetizzato l'essenza della vita del beato don Carlo Gnocchi: "Ha saputo interpretare in modo superlativo la sua vocazione: quella di essere luce, sostegno, conforto e speranza per tutti quelli che incontrava".
Cappellano alpino nella seconda guerra mondiale, si distingue per l'eroismo della carità prima al fronte albanese poi nella tragica ritirata dal fronte russo. Qui, riconoscendo nel volto degli alpini morenti il volto del Cristo sofferente, decide che avrebbe dedicato l'intera vita alla carità.
Dal suo instancabile adoperarsi per lenire il dolore umano nascono, dopo la guerra, le case di accoglienza per gli orfani e i "mutilatini". Ha la stessa origine la sua decisione di donare le cornee a due ragazzi non vedenti, quando ancora la legislazione italiana vietava il trapianto di organi.
Silvio Colagrande è uno dei due ragazzi che, dal 1956, hanno ricominciato a vedere grazie agli occhi di don Carlo. 

Testimonianza di Silvio Colagrande

Interviene Edoardo Bressan, Università degli Studi di Macerata

Introduce Paola Scaglione, CCTalamoni

Sala Maddalena, via Santa Maddalena 7 - Monza - Ingresso libero

Venerdì 21 febbraio 2020, ore 21  L'evento è anche su Facebook

Giornata della memoria - Giornata del ricordo

Germogli di bene nel dramma della Seconda guerra mondiale

Testimonianze dalla deportazione e dall'esodo istriano nella letteratura italiana

La Giornata della memoria e la Giornata del ricordo fanno riferimento a due pagine della storia molto dolorose, le cui origini sono senza dubbio la violenza dell’uomo. Essa è lo strumento attraverso il quale l’uomo del XX secolo ha cercato di piegare a forza la realtà secondo la logica propria dell’ideologia. Attraverso le testimonianze letterarie di chi ha vissuto quegli avvenimenti si vogliono mostrare, soprattutto, quei virgulti di bene che sottolineano quanto l’uomo, anche in quelle tragiche circostanze, sia così ferito dalla bellezza da non rinunciare a vivere.

Interviene Elena Rondena, Università cattolica del Sacro Cuore, Milano

Introduce Samuele Sanvito, CCTalamoni

Sala Carver, Urban Center, via Turati 6 - Monza - Ingresso libero

Venerdì 7 febbraio 2020, ore 21  L'evento è anche su Facebook